Recent Posts - page 2

  • Per Franco Brioschi

    di Alberto Volpi

    Nel febbraio 2005 avevo ormai archiviato i miei studi d’università e post università, quando mi diedero la notizia della morte improvvisa e prematura di Franco Brioschi, indimenticato maestro della Teoria Letteraria. In polemica con lo strutturalismo, Brioschi formulò una critica acuta e serrata all’autonomia del testo poetico.

  • Foto di gruppo anni Dieci   

    di Giacomo Raccis

    Oggi, alle 18, alla Libreria Todo Modo di Firenze, si tiene l’incontro ispirato all’inchiesta #DieciPerDieci: Giacomo Raccis, insieme a Raoul Bruni, converserà con Alessandro Raveggi e Vanni Santoni, intervistati un anno fa. Cogliamo l’occasione per pubblicare la prefazione che aprirà l’ebook in cui saranno raccolte le interviste di #DieciPerDieci, in uscita a breve.

  • Edda: è da una vita che mi faccio schifo. La rinascita di un’anima imperfetta

    di Gianluca Talia

    A pochi mesi dall’uscita dell’ultimo album, facciamo il punto sulla seconda vita di Stefano Rampoldi in arte Edda, figura imprescindibile del rock italiano di cui si erano perse le tracce tra la fine degli anni Novanta e l’inizio del nuovo millennio. Edda è tornato e fa bella mostra dei propri errori cercando di esorcizzarli, senza scadere in vittimismi o nell’autocommiserazione, sfoggiando piuttosto accettazione per la propria natura imperfetta di essere umano.

  • Più lontano ancora di Jonathan Franzen

    di Damiano Sinfonico

    Leggendo questi saggi, non si può non andare con il pensiero all’arte maggiore praticata da Franzen: proprio perché grande romanziere, Franzen è grande saggista. Le somme sono facili da tirare.

  • #DieciPerDieci: Scrittori a confronto a Firenze

    Un nuovo appuntamento con gli autori della fortunata inchiesta #DieciPerDieci.
    Stavolta, con Giacomo Raccis, Vanni Santoni e Alessandro Raveggi, con la partecipazione speciale di Raoul Bruni.
    Venerdì 13 febbraio, alle 18.00, Libreria Todo Modo (Firenze).

  • Caleidoscopio musicale: i Tv on The Radio a Milano

    di Marco Longo

    Venerdì 6 febbraio i Tv on the Radio sono attesi ai Magazzini Generali di Milano per quella che sarà l’unica data italiana del tour di accompagnamento a Seeds, il loro ultimo disco. Nell’attesa che il gruppo vi faccia rizzare i capelli come a David Letterman, quale migliore occasione per rispolverare il caleidoscopico catalogo del collettivo di Brooklyn?

  • Di inedia e d’altre indigenze

    di Marco Bellardi

    Una breve riflessione su un fatto di cronaca – quello della donna di Pavia che pesava soltanto quindici chili e che ha trascorso gli ultimi vent’anni segregata in casa – e sulla nostra capacità di immaginare l’assurdo.

  • Stalin + Bianca e il tempo neutro degli arcobaleni estinti

    di Fabio Disingrini

    Stalin+Bianca di Iacopo Barison è il libro edito da Tunué nella collana Romanzi. Un racconto visivo e istantaneo, che colpisce specialmente per la sua intensità descrittiva quando la città isotropa diventa un campo lungo di palazzi altissimi che «sembrano appesi al cielo».

  • Alta fedeltà – La Top Five di gennaio

    di Marco Longo

    Inizia il 2015 e inizia anche questa nostra rubrica: ogni mese selezioniamo per voi le cinque migliori uscite musicali, ogni mese cinque dischi nuovi e scintillanti, tutti da ascoltare. Per non farsi trovare impreparati a dicembre. Non è stato un compito facile quello di gennaio, vista la quantità notevole di lavori importanti. Ma potremmo esserci riusciti.

  • Fargo, la serie TV: il piccolo schermo diventa grande

    di Massimo Cotugno

    Miglior miniserie e migliore attore protagonista ai Golden Globe 2015. La serie Tv tratta dall’omonimo film dei fratelli Coen fa parlare di sé e porta a una riflessione sulla distinzione ormai logora tra cinema e serie televisiva

  • Gogol’, Poe e due racconti di cronaca nera

    di Fabia Tolomei e Camilla Boneschi

    Per una spettrale coincidenza, il 1809 è un anno che ha dato alla luce più di una ghost victim. Il coetaneo americano di Gogol’ si chiama Edgar Allan Poe ed è un instancabile macinatore di racconti del mistero. Non mancano, tra le sue pagine, veri e propri spettri “da manuale”…

  • Kenny Barron & Dave Holland, The Art of Conversation

    di Alessandro Montagner

    Il termine più frequente per definire l’ambito in cui opera Barron è ‘mainstream’, che è accurato ma non rende giustizia alle loro doti . Holland proviene dalla stessa scena avantgarde inglese di Evan Parker e Derek Bailey, ed era poco più che ventenne quando entrò nel gruppo di Miles Davis.

  • Il Paradiso Perduto di Emilio Tadini

    di Giacomo Raccis

    Dal 15 gennaio e fino all’8 febbraio, allo Spazio Tadini di via Jommelli 24, a Milano, è aperta l’esposizione delle tavole originali con cui Emilio Tadini illustrò Il Paradiso Perduto di John Milton per l’edizione dei “Millenni” Einaudi, nel 1992. Nei disegni ispirati al capolavoro inglese Tadini offre lo spunto per riflettere sul rapporto che arte e scrittura, parola e disegno stringono nella sua attività di artista.

  • Ammazzare il tempo in “RADA”: un esperimento di cinema condiviso

    di Carolina Crespi

    In rada si attende, si inganna il tempo, ci si riposa, ci si annoia. “Rada” è un documentario scritto e diretto dal regista Alessandro Abba Legnazzi insieme alla ciurma di marinai di stanza presso la casa di riposo per gente di mare di Camogli. “Rada” ha vinto l’ultima edizione di italiana.doc, la sezione del Torino Film Festival dedicata ai documentari italiani.

  • Bersaglio minimo, minimo errore: l’eroismo daltonico di American Sniper

    di Fabio Disingrini

    Chris Kyle, leggendario tiratore scelto dei Navy Seals, ha scritto di aver ucciso per divertimento perché uccidere era «qualcosa che amava», per lui e per qualsiasi altro «bad guy» fra i commilitoni. Eastwood racconta una storia dalla parte americana dei fatti, confezionando un film classico (o uno sparatutto?) senza lo slancio progressista di Gran Torino o Million Dollar Baby.